Domenica, 29 Gennaio 2023 06:23
HomeAmbiente


VAS (Valutazione Ambientale Strategica) del PSC

Committente Comune di Budrio (BO)
Prestazioni Redazione della Valutazione Ambientale Strategica ai sensi della L.R. 20/2000
Gruppo di lavoro Ing. Roberto Farina, Ing. Alessandra Carini, Dott. Urb. Francesco Manunza, Arch. Urb. Diego Pellattiero
Dati generali

Superficie territoriale: 120,14 kmq   Abitanti al 2010: 17.994  Centri abitati: 10 

Stato di avanzamento

Adozione di PSC (Del. C.C. n. 49) e RUE (Del. C.C. n. 50) del 17/06/2009. Approvazione di PSC (Del. C.C. n. 100) e RUE (Del. C.C. n. 101) del 15/12/2010

   









Il Piano Strutturale di Budrio prevede l’applicazione generalizzata di meccanismi perequativi per conseguire gli obiettivi di qualità sociale, ambientale, morfologica dell’assetto urbano e territoriale, e assegna al POC una funzione assolutamente decisiva per l’efficacia delle sue politiche: l’attuazione di interventi complessi e integrati, per i quali devono essere messi a punto, insieme alla prefigurazione di un disegno di assetto fisico e funzionale, strumenti procedurali, economici e normativi adatti a costruire i percorsi della fattibilità istituzionale, operativa, tecnica che garantiscano a tutti i soggetti interessati l’effettiva realizzazione degli interventi stessi in tempi realistici.

Ciò potrebbe essere definito la trasformazione del Piano da disegno statico e astratto in uno strumento dinamico, finalizzato alla programmazione e gestione delle risorse (pubbliche e private) per la gestione del territorio: un piano che in prospettiva preveda, nei diversi momenti dell'attuazione, l’impiego di strumenti come gli studi di fattibilità, le valutazioni di sostenibilità ambientale, le valutazioni di impatto, i bilanci costi/benefici, e tutti gli strumenti per una distribuzione equa delle responsabilità, degli oneri e dei benefici, garantendo il controllo dei tempi e la verifica degli esiti.

È il compito fondamentale del POC, complemento operativo delle strategie e delle linee guida del PSC: esso richiede per la sua efficacia una forte capacità dell’Amministrazione Comunale di coordinare funzioni svolte da assessorati e settori diversi, integrandole in un progetto complesso connotato da obiettivi che non si limitano a quelli tradizionalmente di natura urbanistica.

Emerge in questo contesto un secondo tema di forte impatto sull’ambiente sociale ed economico, vale a dire la grave sperequazione tra cittadini generata dalle scelte urbanistiche, che in passato definivano per gli uni vantaggi economici molto rilevanti (senza alcun merito da parte del privato e con pressoché nulli ritorni sul pubblico), e per altri vincoli che azzeravano il valore immobiliare, o erano preordinati ad un esproprio che restava nella maggior parte dei casi virtuale (quindi senza indennizzo) . Il criterio della perequazione, da attivare in modo sistematico nella pianificazione, consente da un lato di istituire un concetto di equità che rappresenta una linea-guida per le scelte urbanistiche, dall’altro di dare credibilità ad operazioni complesse di trasferimento di diritti edificatori, acquisizione di beni al demanio pubblico, intese tra operatori che elevano il livello di qualità degli obiettivi e dei contenuti operativi della pianificazione.

La cooperazione istituzionale e la concertazione delle politiche locali possono giovarsi oggi di nuove opportunità attraverso cui può essere valorizzato il ruolo di Budrio nelle direzioni sopra richiamate, quali la stipula di:

  • Accordo di pianificazione con la Provincia di Bologna per il coordinamento delle politiche urbanistiche (PSC) nell’ambito dell’Associazione Terre di Pianura;
  • Accordi territoriali nell’ambito della stessa Associazione per la gestione coordinata delle politiche di livello sovracomunale (dotazioni, residenza sociale, mobilità, …), per l’attuazione di interventi e la gestione di funzioni di livello sovracomunale, con previsione di forme di perequazione territoriale (poli funzionali, dotazioni territoriali, aree produttive);
  • Accordi con i privati per assumere nella pianificazione, nel quadro delle strategie definite, proposte di progetti e iniziative di rilevante interesse per la comunità locale (POC). 

 
Free business joomla templates